NO al circo con gli animali!

Vota questo Articolo

In riferimento all’articolo sul cucciolo di giraffa pubblicato ieri, colgo l’occasione per trasmettervi lo sdegno che provo quando vengo a conoscenza di certi fatti di cronaca. Ho sempre contestato la presenza degli animali nei circhi perché resi prigionieri e sfruttati per mettere in scena, a mio parere, tristi spettacoli e mi chiedo se sia naturale per delle scimmie ballare su se stesse o per degli orsi saltare e giocare con un pallone o per un elefante mettersi su una zampa. Gli esseri umani scelgono di svolgere la professione circense, gli animali non hanno purtroppo la stessa possibilità di scelta.

Fortunatamente alcuni circhi hanno deciso di non utilizzare più gli animali nelle loro esibizioni decidendo così di far prelevare la bravura degli altri protagonisti dello spettacolo come i clown, i giocolieri, i trapezisti, i contorsionisti e così via. 

Molti proprietari cominciano ad aderire a questa iniziativa. I circhi in questione che hanno deciso di non sfruttare gli animali nei loro show sono: i francesi “Les Colporteurs”, gli australiani “Flyng Fruit”,  gli americani “Minimus”, “Nuage”, “Hiccup”, i canadesi “Cirque du soleil” e con loro tanti altri. Mi auguro con tutto il cuore che tutti si uniscano alla decisione dei loro colleghi facendo una scelta civile e morale, l’unica da prendere.

L’OIPA, Organizzazione Internazionale Protezione Animali, combatte da anni l’utilizzo degli animali nel circo e, tra le tante iniziative, ha organizzato una petizione affinché questa tradizione abbia fine. Inviando una mail alla Commissione Europea si può chiedere di non sostenere i circhi con animali e di privarne l’uso nelle loro esibizioni perché soffrono e sono in netto conflitto con la cultura europea moderna. Troverete tutte le specifiche collegandovi al link qui sotto:

Invia lettera di protesta

Il circo senza animali è più bello! Vorrei che tutti condividessero questo pensiero.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato sui nostri canali google+


twitterfacebook oppure iscriviti ai nostri Feed

Metti “mi piace” alla nostra pagina facebook