Vota questo Articolo

Essere sepolti con il proprio animale è il desiderio che hanno molti proprietari soprattutto dopo aver convissuto per anni con l’amore e l’affetto del proprio “amico”.


Il camposanto in questione, il primo in Italia, dovrebbe essere realizzato a Fauglia, in provincia di Pisa, dove gli essere umani avrebbero la possibilità di riposare in pace insieme ai propri animali, un modo per suggellare anche dopo la morte il forte legame che molto spesso si crea tra gli umani e i loro amici a quattro zampe o altre specie domestiche.

Il cimitero misto o condiviso, questa la giusta definizione, fa discutere creando non poche polemiche: gli animalisti e il sindaco del paese sono assolutamente a favore dichiarando che il progetto sia innovativo e molto atteso, mentre i religiosi ritengono irriverente e blasfema l’idea che un essere umano e un animale riposino insieme.

Se pensiamo che nel Regno Unito i cimiteri misti sono da anni una realtà in continua crescita, sembra incredibile come in Italia sia così difficile concedere la libertà e il diritto di condividere la tumulazione con il proprio animale domestico.

Lord Byron, uno dei più importanti poeti romantici inglesi dell’Ottocento, fece scrivere sulla sua tomba un epitaffio dedicato al suo cane:

In questo luogo sono deposti i resti di colui che possedette bellezza senza vanità , forza senza insolenza, coraggio senza ferocia e tutte le virtù dell’ uomo senza i suoi vizi” “Queste pietre segnano il posto di un amico. Uno solo ne ho conosciuto e qui riposa“.

In questa frase credo sia racchiuso il pensiero di molti: esprime l’amore e la stima che un padrone prova per il proprio animale, un pensiero che dovrebbe essere capito e accettato da tutti senza indugi.
Byron soggiornò alcuni anni a Pisa e probabilmente conobbe quelle colline dove oggi dovrebbe essere realizzato il cimitero misto. E non è escluso che quel camposanto, se nascerà, sarà dedicato proprio a lui.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato sui nostri canali google+twitterfacebook oppure iscriviti ai nostri Feed

Metti “mi piace” alla nostra pagina facebook