Proposta dell’Aidaa: Cognome di famiglia al cane e al gatto.

Vota questo Articolo

L’Aidaa, l’Associazione Italiana Difesa Animale e Ambiente di Lorenzo Croce, punta a riconoscere maggiori diritti e tutele ai nostri amici a quattro zampe. Iscrivendo il cane o il gatto all’anagrafe con il cognome del rispettivo proprietario, quindi l’ufficiale inserimento nello stato di famiglia, si garantirebbe loro l’accesso alle cure medico-sanitarie e il diritto ad ereditare i beni dei padroni.

Anagrafe-Canina


L’idea dell’Aidaa di dare il proprio cognome ai nostri amici a quattro zampe registrandolo presso l’anagrafe comunale, se messa in pratica, darebbe una svolta decisiva ai diritti del nostro caro amico peloso. Per l’Associazione Italiana Difesa Animale e Ambiente significherebbe:

Dare il proprio cognome al cane e al gatto di casa cosi come lo si dà al proprio figlio, inserire il cognome di micio e fido nell’anagrafe comunale, in modo che l’animale domestico possa avere i diritti necessari riconosciuti ai componenti della famiglia: diritto alle cure veterinarie, diritto ad ereditare i beni di famiglia (con tutor). Ma che soprattutto obblighi la famiglia ad avere verso di lui tutti i doveri che discendono dall’essere anche micio e fido componenti speciali della famiglia di appartenenza. Questo aiuterebbe sicuramente a ridurre l’abbandono estivo dei nostri amici a quattro zampe, ma imporrebbe anche una serie di comportamenti maggiormente responsabili da parte di coloro che adottano micio e fido, che di fatto prendendo il cognome del loro compagno umano diventano parte integrante della famiglia“.

Sono oramai tantissime le persone che trattano Micio e Fido come dei componenti della propria famiglia. – È ora di superare il vecchio concetto di proprietà, cani e gatti ce lo dimostrano tutti i giorni che noi non siamo loro padroni ma al massimo loro compagni di avventura in questa vita, ed allora, se sono parte della nostra famiglia, tanto vale che vengano riconosciuti ufficialmente come tali e come tali trattati con diritti e doveri“.

Gatti

A parer mio l’idea dell’Aidaa di inserire all’anagrafe canina il cognome della famiglia d’appartenenza è degna di considerazione. Con questa proposta, l’associazione vuole superare il concetto di “proprietà” di un animale, rendendolo a tutti gli effetti un membro alla pari del gruppo familiare. Si tratta di un’iniziativa che mira al riconoscimento soprattutto dal punto di vista legale, affinché vi siano maggiori imposizioni provenienti dal cognome per evitare pratiche di maltrattamento, abbandono e altre cattive abitudini che cani e gatti sopportano quotidianamente.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato sui nostri canali google+twitterfacebook oppure iscriviti ai nostri Feed

Metti “mi piace” alla nostra pagina facebook