Vota questo Articolo

Finalmente anni di campagne contro l’abbandono degli animali hanno sensibilizzato il cuore di milioni di italiani: ora è più facile spostarsi con il proprio amico a quattro zampe al seguito, grazie anche alle tante strutture organizzate per accoglierli e alle tante informazioni che circolano in rete.

Andare-in-vacanza-con-gli-a


Se stai organizzando ancora le tue vacanze, dai un’occhiata a VacanzeBestiali, il sito ufficiale dell’ENPA, l’Ente Nazionale Protezione Animali, dedicato a fornire informazioni utili a chi desidera portare il proprio animale domestico in vacanza. Inoltre è disponibile da quest’anno la nuova app gratuita per smartphone e tablet che permette di mettersi in contatto in pochi click con alcune strutture turistiche che accettano animali e di consultare i preziosi consigli di viaggio.

Nuova è anche l’applicazione per cellulari Iphone di Vacanze Animali, ideale per trovare facilmente dal tuo telefono le strutture turistiche che accettano animali in tutta Italia. Non dimenticare di consultare anche Dogwelcome.it e Justdog.it per eseguire una ricerca dettagliata di strutture ricettive, negozi per animali, e quant’altro ti serva sapere in vacanza con fido.

Se ti resta ancora qualche dubbio, il Ministero della Salute ha redatto un vademecum dedicato a chi viaggia con gli animali, sia in Italia che all’estero. Sul sito troverai tutte le informazioni inerenti le regole di trasporto, le vaccinazioni, il passaporto, e anche alcuni accorgimenti per ridurre i disagi durante il trasporto in macchina.

Infine Aidaa, Associazione italiana difesa animali ambiente, distribuisce gratuitamente in versione e-book il volume “Micio e Fido per affrontare ogni situazione”, contenente 5 preziosi consigli prima di partire:

1) munirsi di tutti i documenti veterinari necessari per portare Fido in vacanza, in particolare portare con sé il passaporto europeo e il libretto delle vaccinazioni aggiornato;
2) accertarsi che l’albergo che abbiamo scelto sia dotato di idonei spazi per la passeggiata e la sgambatura quotidiana e che permetta l’accesso di Fido in alcune zone dell’albergo in modo da evitare che sia costretto a passare tutta la giornata nella stanza magari da solo mentre noi siamo in spiaggia;
3) nella località che abbiamo scelto per le vacanze (o nelle vicinanze) vi siano le aree cani e la spiaggia libera o privata attrezzata per ospitare i bagnanti con il peloso al seguito;
4) accertarsi che nella zona vi sia un pronto soccorso veterinario aperto 24 ore in caso di problemi con Fido;
5) far visitare il cane dal proprio veterinario di fiducia per verificare che la scelta della località delle vacanze non sia in contrasto rispetto agli eventuali problemi di salute di Fido e rispetto ai rischi che potrebbe correre la salute dell’animale.

Allora, pronto per partire col tuo amico a quattro zampe? 🙂

via | www.assodigitale.it


Per ulteriori novità rimani sintonizzato sui nostri canali google+twitterfacebook oppure iscriviti ai nostri Feed

Metti “mi piace” alla nostra pagina facebook